Vision board cos’è e come farla

La vision board detta anche tavola delle visioni, per alcuni è solo un collage di immagini e frasi motivazionali, in verità è il mezzo per realizzare desideri e progetti personali e lavorativi.

Se non hai una vision board ovvero se non hai chiaro cosa desideri davvero, come puoi ottenere nella vita ciò che sogni e vorresti?

Prima cosa  chiariamo che i buoni propostiti non sono un desiderio e non vanno inseriti nella Vision Board. 

Parliamo solo di cose concrete come progetti e obiettivi e non di buoni propositi questo perchè perché i buoni propositi sono solo un illusione, ne teniamo conto per poco tempo e poi li scordiamo.

Sono vaghi, poco concreti spesso esprimono desideri che non sono radicati nella realtà e, pertanto, impossibili da realizzare. I cambiamenti hanno bisogno di tempo e dedizione, non di speranze senza fondamenti concreti. 

Gli obiettivi, invece sono concreti, misurabili, motivanti senza essere irraggiungibili. E, soprattutto, possono essere spacchettati e pianificati nei dettagli e diventare, così, progetti veri e propri.

Tuttavia, nella vision board non si pianificano gli obiettivi. Siamo ancora in una fase di visione: ci occupiamo di cosa vogliamo realizzare e non di come realizzarlo.

cos’è una vision board e perchè è importante per raggiungere i nostri obiettivi?

Immagina di disegnare il futuro e trasformarlo in realtà.

Da dove inizieresti a creare la tua Vision Board?

Le immagini riescono a toccare direttamente il nostro inconscio e questo darà forza ai progetti personali, a quelli di lavoro, quelli relazionali ecc. Inserendo nella tua vision board una foto che rappresenta l’obiettivo che vuoi raggiungere, avrai quindi maggiori possibilità di successo.

Come funziona la legge di attrazione
La legge di attrazione o per meglio dire, la legge di risonanza, si basa sul concetto che tutto quello che ti circonda coincide con le tue credenze e con le tue vibrazioni. Funzioniamo di fatto come un diapason: noi vibriamo a una certa frequenza e, volenti o nolenti, quello che risuona alla stessa frequenza puntualmente si manifesta. La difficoltà sta nel capire che non basta pensare positivo, la legge di attrazione risponde a quello di cui si è convinti non a quello a cui si pensa.

Non basta un pensiero, magari fosse così semplice! Puoi pensare positivo quanto vuoi ma se la tua convinzione è che quell’obiettivo è troppo grande per te, che è difficile da raggiungere, che è solo un sogno, che non sei abbastanza… beh, così sarà.

Quello che è importante è demolire le credenze, i pensieri e gli atteggiamenti auto sabotanti.

Essere consapevoli di quali sono le nostre credenze limitanti è il primo passo per aver successo nel percorso verso il cambiamento che desideriamo. Il focus costante sull’obiettivo (senza esserne ossessionati) è un altro ingrediente per il successo, e la vision board è di aiuto proprio in questo. Avendo sempre ben presente qual è il nostro obiettivo, le vibrazioni cambiano (anche inconsapevolmente) e questo farà sì che si creino le circostanze favorevoli al suo raggiungimento.

Quali sono gli obiettivi giusti per la vision board
La vision board non ha una scadenza, la puoi fare in qualsiasi momento dell’anno. Anche i tuoi obiettivi non dovrebbero avere una scadenza precisa perchè se non li raggiungerai entro quella data puoi demoralizzarti e abbandonare un ottimo progetto solo perchè probabilmente desideri raggiungerlo troppo presto.

Ovviamente, a meno che fra i tuoi obiettivi non ci sia la tesi o qualcosa da concludere entro una certa data.

Mi spiego con un esempio semplice: “entro 2 mesi voglio indossare quel bikini taglia 42” non è il modo corretto, soprattutto se sei una 46/48. Cominciare a mangiare in modo sano e corretto in modo che presto potrai indossare quello che preferisci, sì. Tra l’altro con un obiettivo di questo genere hai molte più possibilità che il successo duri nel tempo e non solo per vederti indossare quel bikini e subito dopo ricadere nelle cattive abitudini alimentari che ti hanno portato a prendere i kg di troppo. Quindi sostituire le abitudini negative con abitudini positive è un ottimo obiettivo, e vale per quasi tutti gli ambiti della vita.

Tanti obiettivi non sono cose che realmente servono alla nostra crescita e al nostro percorso, sono solo sogni dell’ego o un voler ottenere cose per dimostrare qualcosa a noi stessi, o peggio, agli altri. Questi sogni dell’ego sono una trappola dalla quale bisogna uscire, non portano niente di positivo neanche se riuscissimo a raggiungerli. Saper riconoscere quali sono i desideri dell’ego è quindi fondamentale, come si fa? Chiediti il perchè vuoi realizzare quella cosa e risponditi onestamente.

Le emozioni indicano la strada giusta
Prendi la tua lista di obiettivi e verifica quali sono quelli che realmente ti danno emozioni positive, è importante sentire una sensazione di gratitudine e felicità profonda quando immagini il tuo obiettivo raggiunto. Sii obiettiva. Questo ti servirà per capire meglio quali sono realmente i progetti giusti per te, quelli che portano felicità e appagamento, da quelli voluti solo dall’ego che lasciano il tempo che trovano. Devi essere felice con quello che solo tu puoi fare con la tua volontà e la tua forza. Evita tutto quello che dipende dagli altri, relazioni comprese. Anzi, soprattutto quelle. Pensa alla tua crescita personale, al sentirti soddisfatta e felice di quello che sei qui e ora. Il resto verrà da sé.

Come si fa la vision board?
Ci sono due modi per farla: una analogica e una digitale. L’analogica forse è la più divertente perchè ci fa tornare bambine, ricorda molto art attack. Servono alcune cose:

un supporto come un foglio di cartoncino o cartone anche riciclati da scatoloni, oppure vecchi quadri che non ti piacciono più
tanti giornali
forbici
colla
oppure

lavagne in sughero e puntine
lavagne magnetiche e calamite

Una volta che hai stabilito quali sono i tuoi obiettivi, trova delle immagini che più si avvicinano al tuo desiderio avverato. Devono essere immagini motivazionali e che ti danno emozione solo a guardarle perchè le emozioni sono molto importanti quando si parla di legge di attrazione.

Le lavagne in sughero o magnetiche le preferisco perchè puoi aggiungere, spostare o togliere foto senza per forza rifare tutto. Di solito se ne trovano nei negozi tutto a un euro o dai cinesi ma su Amazon di lavagne in sughero ce ne sono di tutti i i tipi anche componibili, e anche tantissime e coloratissime puntine per lavagne in sughero che sinceramente non ho mai visto nei negozi fisici.

Puoi aggiungere frasi motivazionali magari scritte da te in lettering o stampate da internet, su Pinterest ce ne sono di molto belle.

Vision board digitale

Per quella digitale è più semplice. Nel web trovi tutte le foto e tutte le frasi che vuoi, una volta che le hai scelte puoi andare su Canva o Crello per comporre la tua vision board digitale come più ti piace. Ci sono tantissimi modelli già pronti disponibili.

Dove mettere la vision board
E’ importante vedere la vision board spesso ma non devi metterla in un posto dove l’hai costantemente sotto agli occhi. Sembra un controsenso, ma le cose che hai sotto agli occhi continuamente, dopo poco tempo non ci fai più caso. Quindi in qualche punto ben visibile sì, ma in un luogo dove puoi vederla una o due volte al giorno, dipende dalle tue abitudini. Puoi metterla in camera da letto, ad esempio, così puoi vederla alla mattina appena ti svegli e alla sera prima di spegnere la luce.

Quella digitale la puoi utilizzare come immagine desktop così la puoi vedere ogni volta che accendi il pc.

Step 1: focalizza i tuoi obiettivi e mantieni solo quelli giusti per te
Prima di iniziare, crea un’atmosfera accogliente e quando è tutto pronto, chiudi gli occhi, fai un bel respiro ed inizia ad immaginare! Io ho acceso qualche candela e ho avviato una playlist di musica rilassante. Per me, questo è stato il momento di maggiore introspezione tra tutti i vari step dal momento che mi ha spinto a raccogliermi in me stessa e a pormi delle domande.

Il primo passo infatti per realizzare una vision board è proprio quello di focalizzare gli obiettivi.

Immagina la tua vita ideale, la tua carriera, la tua relazione, la tua casa. Immaginali nel dettaglio, senza dare nulla per scontato perché tutto questo può diventare reale.

Per aiutarti a capire i tuoi obiettivi, puoi fare come me: fatti delle domande che ti spingeranno a guardarti dentro.

Ecco quali sono state le mie:

Cosa vuoi veramente?
Cosa ti fa stare davvero bene?
Cosa ti piace veramente fare?
Come vorresti la tua casa?
Cosa ti rende veramente felice?
Cosa posso migliorare?
Come vorrei utilizzare il mio tempo?
Che direzione vorrei far prendere alla mia carriera?
A quali progetti vuoi dare priorità?
Quale desiderio vorresti realizzare nei prossimi mesi?

Scrivi i tuoi desideri e obiettivi su un foglio o sulle note del cellulare.

Una volta scritti, rileggili facendo caso se sono davvero i TUOI obiettivi o sono obiettivi condizionati dagli influssi della società, dai tuoi genitori, amici, parenti o da persone le cui parole in passato ti hanno ferito facendoti perdere la fiducia in te stesso/a. Ricorda, che stai delineando la tua vita ideale non quella degli altri o quella che gli altri si aspettano che tu conduca.

Step 2: cerca l’ispirazione per realizzare la tua vision board
Una volta che mi sono connessa con la mia visione, è giunto il momento di cercare la giusta ispirazione. Io mi sono affidata ad internet e a Pinerest ma tu, puoi anche sfogliare riviste, libri, guide di viaggio andando alla ricerca di frasi ed immagini che ti ispirano.

Ritaglia, stampa, scarica, seleziona tutto il materiale che per te è una fonte di ispirazione positiva e che quando lo guardi ti ricorda bene quali siano i tuoi sogni. Fai in modo che le foto scelte rappresentino al meglio quello che esattamente desideri ottenere. Se ad esempio vuoi avere uno stile di vita più minimal non limitarti a cercare un’immagine generica ma cerca quell’immagine o più immagini che descrivino in modo più preciso possibile la tua idea di vita minimalista. Cerca foto di arredamento minimal, abbigliamento minimal, organizzazione di un armadio minimal ecc… In questo modo ogni volta che la vedrai le assocerai il giusto significato.

Una volta trovate le foto, raggruppale tutte in una cartella del pc o in una scatola.

Non dimenticare infatti che la vision board è lo strumento per manifestare i tuoi obiettivi e, il modo migliore per raggiungerli è proprio quello attraverso la visualizzazione. Più le foto e le parole ti ispireranno più il tuo occhio sarà propenso a guardare la tavola.

Step 3: è ora di iniziare la tua vision board! Sì, ma dove?
La vision board è una tavoletta di legno dove attaccare e disporre a piacimento tutte le foto, le affermazioni positive, i pensieri che ti ricordano quali sono i tuoi obiettivi per poi, una volta finita, appenderla in un posto dove quotidianamente puoi vederla. Un esempio potrebbe essere sopra la scrivania.

Se però la manualità non è il tuo forte, o hai una casa piccola e non vuoi altre cose appese al muro, puoi sempre optare – come ho fatto io – per una vision board online, ovvero una vision board digitale creata utilizzando il programma che più preferisci. Io mi sono affidata a Canva. Facile, comodo, intuitivo da cui si possono prendere anche delle immagini oltre che integrare quelle che hai selezionato in precedenza. Potrai mettere poi la tua vision board digitale come sfondo dello smartphone o del pc così facendo praticamente la vedrai letteralmente tutti i giorni tutto il giorno oppure, puoi stamparla ed incollarla nella prima pagina dell’agenda.

Step 4: crea la tua vision board!
La fase quattro è quella più creativa nonché, a mio avviso, anche la più divertente! Sposta, incolla, ritaglia, decora… lasciati guidare dall’istinto e dal cuore. Inizia a disporre foto, immagini, parole, frasi sulla tua lavagna. Vedrai che a poco a poco la tua vision board prenderà forma quasi come una magia. Non è necessario utilizzare tutto quello che hai raccolto, seleziona quello che veramente ti ispira!

Credo che toccare con mano tutto ciò che con pazienza hai selezionato sia parte del processo stesso. Sarà un po’ come ritornare bambini, tra forbici e colori, che daranno vita al tuo futuro ideale.

Trova il tempo per ascoltarti
Per iniziare, dovrai trovare il tempo e creare uno spazio rilassante, privo di distrazioni (sì, è possibile, almeno un’ora). Puoi decidere come e dove metterti a tuo agio. Fai un paio di respiri profondi e inizia a visualizzare quali sono le tue intenzioni e i tuoi obiettivi, per i prossimi 10-12 mesi. Puoi anche decidere di concentrarti su una sola area (ad esempio il lavoro), ma ti consiglio di includere ogni aspetto della vita, perché siamo fatti di connessioni e non funzioniamo a compartimenti stagni.

Io farei così: relazioni, famiglia, lavoro, salute, casa, viaggi e cura di sé. Procedi visualizzando un’area alla volta e chiediti “come voglio sentirmi?”. Scrivi le tue risposte e cerca di lasciare molto spazio alle sensazioni (puoi anche fare delle annotazioni sparse o disegnare). Non fermarti a “cosa voglio”, ma fai un passo in più: “come voglio sentirmi”.

Definisci le parole chiave
Lavora sulle tue annotazioni. Cerca di espandere il significato delle tue risposte, crea connessioni e associazioni di idee, e trova altre parole chiave. Ad esempio, se ho scritto creativa, potrei aggiungere libera, coraggiosa, ispirata, curiosa, leggera, soddisfatta, consapevole. Se mi aiuta, potrei anche immaginare un luogo, un colore o una canzone da associare. Ecco, inizia anche tu e fai una lista.

Usa la creatività e l’intuito
Ora puoi affidarti al tuo intuito e lasciare fluire la creatività, è il momento di cercare le immagini che risuonano bene con le tue parole. Va benissimo anche il metodo analogico: ritagli di giornale, fotografie, biglietti scritti a mano, stampe. Oppure, puoi farlo su Pinterest. Con semplicità, ti permette di appuntare immagini interessanti e creare una raccolta tematica. Scegli quello che funziona bene per te, che traduce visivamente le tue sensazioni (puoi anche scrivere le parole chiave nelle didascalie, per ricordarle). Se ti perdi va bene, è il bello di Pinterest.